Come Vivere di Trading [Guida Completa]

Tutti conosciamo direttamente, o indirettamente, la storia del cugino dell’amico vicino di casa che stanco di timbrare il cartellino alle 6 del mattino ha iniziato con il trading diventando milionario in pochissimi mesi.

Sono storie che solleticano la nostra fantasia.

La realtà dei fatti è che nel fare trading è fondamentale capire, prima di tutto, cosa serve conoscere per migliorare i risultati; dunque provare, sperimentare con perseveranza al fine di perfezionarsi sempre più.

Il racconto del cugino dell’amico vicino di casa, quindi, non ha nulla di reale e men che meno ha fondamenta di realizzazione.

Ma non è l’unica storia che circola fra le leggende metropolitane del trading: avete mai sentito parlare del tizio che per puro caso con un’azione fortunata durante un’operazione di trading si è trovato un conto in banca molto generoso?

Ebbene, la storiella continua che ha perso tutto con la stessa velocità con cui si è imparentato con zio paperone.

Nel trading non vi è la fortuna casuale.

Dunque, se abbiamo intenzione di fare trading non possiamo certamente lasciare tutto in mano alla benevolenza della fortuna o auspicare (in base a cosa, poi?) che le stelle ci assistano. Stiamo sbagliando tutto in partenza.

Essere Trader di professione


Che cosa vuol dire essere Trader di professione?

Vuol dire impiegare buona parte del proprio impegno al trading online con il fine, naturalmente, di raggiungere un guadagno importante oppure con il quale riuscire a far fronte alle proprie spese.

Essere trader professionista non è impossibile ma è importante mettere a fuoco i punti cardine al fine di operare in modo proficuo.

Regola fondamentale è usare una piattaforma web non solo dedicata al trading ma altresì che risponda a requisiti quali la serietà e l’affidabilità.

Un buon suggerimento è usare una piattaforma che sia di facile comprensione e, importante, anche gratuita. Dunque, priva di commissioni.

Di seguito sono indicate le migliori presenti sul web:

ForexTB

ForexTB si posiziona fra quelle che operano su tutto il territorio europeo.

Il suo punto forte è che gli utenti iscritti hanno un’assistenza telefonica per dubbi e difficoltà. Oltretutto l’intera piattaforma è strutturata in maniera semplice e di facile comprensione.

Merito dei suggerimenti, nonché indicazioni degli esperti, giungere agli obiettivi prefissati diventa un percorso davvero semplice. Un ulteriore supporto a disposizione degli utenti è una pratica guida scaricabile sul trading on line.

La guida è stata preparata in modo esaustivo ma con i concetti espressi in maniera semplice evitando tutti i termini e parole complicate: qui il trading è spiegato passo a passo con esempi reali e chiari.

La maggioranza delle guide al trading sono disponibili solo previo pagamento (alcune hanno un costo addirittura di 6.000 euro); invece la guida di ForexTB è gratuita: puoi averla gratuitamente cliccando qui.

Il corso al trading di ForexTB ha avuto un alto livello di apprezzamento che in pochissimi mesi ha registrato circa 100.000 download.

Ma non è tutto con le opportunità offerte da ForexTB: infatti si può chiedere di avere segnali di trading ottimali.

Cosa sono questi segnali? Essi sono le indicazioni su quale mercato sono presenti operazioni dalla forte risultato favorevole per il trader.

Le situazioni indicate dagli esperti (i segnali), di ForexTB si sono rivelate finora abbastanza attendibili dunque è auspicabile che lo siano anche nei mesi a seguire.

Generalmente il servizio di segnalazione è previo abbonamento: nella piattaforma di ForexTB, invece, è gratuito. Per ricevere le previsioni è sufficiente effettuare la registrazione qui.

ForexTB si rivela, quindi, un sito attendibile nonché a costo zero per l’utente poiché privo di costi e/o commissioni.

eToro

eToro è una scelta interessante per chi vuole cimentarsi nel trading online occasionalmente oppure a livello professionale. eToro è un sito di fiducia senza commissioni o costi a carico dell’utente.

L’agevolazione di eToro è che offre l’opportunità di fare social trading e, cioè: eToro si propone come un social network (pensiamo a Facebook, per esempio).

Dunque, il social trading di eToro come funziona?

La particolarità della piattaforma di eToro è dovuta alla doppia possibilità di fare trading on line, ovvero: in maniera individuale oppure osservando e applicando le tecniche degli altri utenti.

Come è possibile? Ogni trader iscrivendosi su eToro forma un profilo utente, se lo desidera.

Per mezzo del profilo può condividere info molto utili con gli altri utenti, come, per capirci, i profitti ricavati nonché il margine di rischio che ha affrontato; infatti all’interno della piattaforma vi è un motore di ricerca con l’obiettivo, appunto, di ricercare i trader con l’attività più interessante.

Dunque, con un click si inizia a ripetere in modo automatico le loro medesime operazioni.

Effettuare il trading automatizzato di eToro ha degli interessanti spunti a favore del trader, vediamoli: anzitutto il margine di riuscita si alza notevolmente e quindi la percentuale di cominciare a generare profitti si eleva e, altra faccia della medaglia (ma non in senso negativo) è possibile acquisire i metodi del trading imparando dagli esperti.

Iq Option

Iq Option è uno spazio virtuale di trading davvero semplice e immediato; infatti è quotato da coloro che si sono affacciati al mondo del trading da poco tempo per via dell’opportunità di iniziare investendo solo 10,00 €.

Ciò significa che chiunque può cominciare con Ig Option.

Iq Option si posiziona fra le piattaforme di trading affidabili nonché priva di costi e commissioni.

Oltre a ciò, elemento interessante, è che l’utente può operare in modalità demo senza, per questo, avere vincoli o limiti.

Acquisire i concetti base per fare del trading un lavoro

Un pensiero ricorrente fra chi inizia a fare trading on-line è che vivere di esso facendone una professione sia un’impresa ardua e difficoltosa; questa affermazione ha fondamenta concrete, in effetti.

Ma, c’è un ma: ognuno può imparare a fare trading ed è più facile di quello che si pensa.

Dunque, quali sono le basi da acquisire per il trading?

Anzitutto è necessario avere fiducia nelle proprie capacità nonché impegnarsi; quindi iniziare con una buona guida a costo 0 (per esempio quella offerta da ForexTB) è un ottimo primo passo.

Il dettaglio interessante della guida ForexTB è la sua impronta orientata alla pratica, senza perdersi in concetti teorici che non hanno rilevanza alcuna; oltre all’apprendimento immediato, altro punto da menzionare, è la terminologia impiegata: semplice e facile da capire permettendo, così, anche a chi di trading conosce zero di acquisire i concetti fondamentali per attuare operazioni di successo.

Una guida pensata per il trading online è del tutto inefficace se non ha una sezione dedicata alla pratica; concetto che vale per tutte le guide, anche per quella di ForexTB.

Dunque, un suggerimento utile è di abbinare allo studio anche la pratica su un conto demo (che non ha margine di rischio).

Una piattaforma seria e affidabile di trading on line ha una sezione dedicata alle operazioni in modalità demo: questo perché aiuta il trader a esercitarsi senza rischiare aumentando la sua esperienza per iniziare a fare trading seriamente e con basi solide.

Molte volte, più di quelle che immaginiamo, l’opportunità che permette di fare del trading una professione ha inizio con piattaforme demo!

Quale è il momento in cui il trading diventa una professione?

Dal momento che si comincia il cammino nel trading on line i ricavi immediati di un certo spessore sono impensabili: per arrivare a ciò serve costanza e metodo.

Dunque, quale è il momento in cui il trading diventa una professione?

Se si ha un altro impiego si deve fissare un obiettivo da raggiungere che scandisce l’inizio dell’attività di trader on line professionista.

Naturalmente è una scelta non semplice, in particolare con la presenza di un lavoro ben retribuito.

Un suggerimento, dato proprio dagli esperti del settore, è di consegnare le dimissioni dall’impiego attuale solo se i profitti derivanti dal trading sono 3 volte maggiori dell’entrata attualmente percepita.

Non prima di quel momento è necessario applicare un paio di ore quotidiane al trading al fine di giungere quanto prima alla meta prefissata.

Ovviamente, se non si ha un impiego l’aspirante trader può dedicare buona parte della sua giornata fin dal primo momento.

Soglia minima di capitale per vivere di trading

Leggenda metropolitana che ostacola fin dal principio di operare nel trading è che sia obbligatorio avere un capitale iniziale di un certo spessore: ebbene, questa idea è del tutto errata!

Pensiamo a Iq Option dove servono solo 10,00 € di investimento iniziale.

Se, invece, l’opzione è verso ForexTB l’investimento per iniziare è di 100,00 €; sulla piattaforma eToro è necessario depositare 200,00 €.

Comprendere, e quindi decidere, su quale piattaforma investire è molto importante: infatti il capitale versato resta, in ogni caso, di proprietà del trader e può scegliere, per esempio, di ritirarlo in qualsiasi momento.

Suggerimento utile è di usare il capitale iniziale in diverse piccole somme, però, sempre sulla stessa operazione: così facendo si monitora facilmente, e in sicurezza, il margine di rischio.

Perché fare così? Usare una porzione irrisoria del capitale investito inizialmente in caso di esito sfavorevole di un’operazione la perdita risulta irrilevante; dunque resta attiva la possibilità di fare profitto sulle successive operazioni.

Trader che si sono arricchiti

Warren Buffett, statunitense, è l’esempio illuminante per chiunque desidera fare del trading una professione a tutto tondo; Buffett è infatti diventato miliardario grazie agli investimenti in operazioni di trading on line.

Buffett ha iniziato, realmente, con una somma pari a pochissimi centesimi.

Con il tempo ha creato un patrimonio incredibile (nonostante una somma pari a diverse decine di miliardi l’abbia devoluta a opere di beneficenza).

Oltre al dettaglio del suo esordio con una manciata di centesimi è doveroso dire che Warren Buffett inizia a fare trading quando internet neppure esisteva.

Cosa significa? Che la sua insistenza, diligenza e zelo costanti devono essere un modello da seguire per chiunque ambisce a vivere di trading.

Warren Buffett, naturalmente, non è l’unico modello di trader diventato ricco ma è certamente il più rinomato nonché prova che il trading è un ottimo mezzo per generare importanti profitti.

Tutto questo non solo sotto il punto di vista economico altresì come conoscenza teorica applicata.

Domande comuni sul Trading

Quanto è il capitale necessario per fare trading?
Generalmente iniziare con 250,00 € è più che sufficiente. Vi sono, però, piattaforme che chiedono solo 10,00 €.

Quando licenziarsi per vivere di solo trading?
Generalmente, si suggerisce di attendere fino a che il profitto derivante dal trading non è tre volte maggiore al reddito percepito.

Che cosa vuol dire vivere di trading?
Vivere di trading vuol dire generare l’entrata principale attraverso la conoscenza delle tendenze degli andamenti della borsa.

Vivere di trading è per pochi?
Qualunque persona con un pc e connessione ha l’opportunità di apprendere e praticare il trading online.

Conclusione

Vivere di trading è una possibilità che si può tentare.

Le regole fondamentali per vivere di trading sono: fidarsi di sé stessi, preferire una piattaforma di trading fidata, applicarsi nello studio per approfondire l’esperienza.

Ovviamente serve del tempo ma con la costanza gli esiti arrivano per forza cambiando, in alcuni casi, anche la vita.

Gianpaolo R.

In questo sito voglio condividere informazioni ed esperienze che possano aiutare il prossimo a capire il mondo della finanza, del trading e degli investimenti. Cerco sempre di condividere informazioni in maniera chiara e, quando possibile, esprimere opinioni su cosa sembra funzionare. Vi auguro una buona lettura.

Ritorna alla homepage