PIP: Cosa Sono nel Trading? [Significato e Definizione]

Il Price Interest Point, normalmente abbreviato con PIP, è il numero decimale minimo dei valori degli asset, che si tratti di coppie di valute, azioni o materie prime.

Il termine viene utilizzato in borsa per riferirsi alle variazioni di prezzo.

Analizzando nello specifico il Trading Forex, i PIP corrispondono, nella quasi totalità dei casi, al valore 0,0001.

Il tasso di cambio delle coppie di valute, a parte alcune eccezioni, viene infatti indicato fino al quarto numero dopo la virgola.

Su alcune piattaforme di trading, potresti trovare indicate quotazioni fino alla quinta cifra dopo la virgola; in tal caso, la variazione minima corrisponderebbe a una pipetta anziché a un pip.

Un pip, definito anche BPS o basis points, corrisponde dunque allo 0,01%, ossia all’1/100 (centesima parte) dell’1%, della quotazione.

Il termine BPS viene normalmente usato quando ci si riferisce ai valori percentuali e indica a quale percentuale corrisponde la variazione di cambio o il tasso di interesse.

Trading Forex: come stabilire a quanto corrisponde un pip

Sapendo a quanto ammonta il tasso di cambio di due valute, puoi scoprire quanto guadagnerai o perderai al variare del pip, ossia del quarto numero dopo la virgola.

A ogni minima oscillazione del prezzo monetario, la somma di partenza che hai investito potrà aumentare oppure diminuire.

Maggiore è la dimensione della tua posizione, più elevato sarà il valore di un pip; come diretta conseguenza, il tuo investimento sarà soggetto a variazioni più elevate.

Moltiplicando 0,0001 per la tua dimensione di posizione, otterrai il valore effettivo del pip rispetto al tuo investimento.

Eccoti un semplice esempio: hai deciso di investire nell’asset EUR/GBP acquistando tre mini-lotti che, nel nostro caso, corrispondono a una dimensione di posizione pari a 30000 unità.

Moltiplicando il numero delle tue unità per il valore di un pip, ossia 0,0001, otterrai la cifra che potrai guadagnare o perdere al variare del tasso di cambio, ossia: 3000 x 0,0001 = 3€.

Cosa significa? Significa che per ogni aumento del quarto decimale del tasso di cambio, nel caso tu abbia aperto una posizione di acquisto, guadagnerai 3€, mentre li perderai nel caso in cui tu avessi scelto di aprire una posizione di vendita.

Al contrario, in caso di mercati sfavorevoli, perderai 3€ per ogni variazione di pip.

Al variare delle unità, varierà il valore di un pip.

Le valute principali e il pip

In base alla coppia di valute scelte, può variare il pip.

Seppure il valore di 0,0001 che abbiamo visto precedentemente, corrispondente a un pip, è la norma per la maggior parte dei broker forex online, in alcuni casi verranno prese in considerazioni anche le variazioni di mezzo pip oppure verrà utilizzata come base una pipetta, pari alla quinta cifra dopo la virgola.

Quali sono le principali valute sulle quali potrai investire?

Il dollaro statunitense, il dollaro canadese, l’euro, la sterlina britannica e lo yen giapponese.

Normalmente indicate con sigle di tre lettere, ognuna di queste valute potrà essere accoppiata sia con un’altra valuta principale che con una valuta esotica.

Indipendentemente dalla coppia di valute sulla quale deciderai di investire, sfrutta intervalli di tempo non troppo lunghi per tenere sotto controllo le fluttuazioni del mercato.

Soprattutto se sei alle prime armi, scegli intervalli di tempo giornalieri.

Nel caso in cui non riuscissi a trarre i giusti profitti con gli intervalli scelti, non esitare a modificarli.

Gianpaolo R.

In questo sito voglio condividere informazioni ed esperienze che possano aiutare il prossimo a capire il mondo della finanza, del trading e degli investimenti. Cerco sempre di condividere informazioni in maniera chiara e, quando possibile, esprimere opinioni su cosa sembra funzionare. Vi auguro una buona lettura.

Ritorna alla homepage