Hardware Wallet: il Ledger Nano S [Guida Completa]

Il mondo delle criptovalute è costantemente minacciato dal tentativo degli hacker di appropriarsi indebitamente dei fondi degli investitori.

Sebbene ogni utente possiede una chiave di accesso personale per poter effettuare l’accesso, custodirla in modo sbagliato può aprire le porte ai malintenzionati ed effettuarne il ripristino non sarebbe cosa semplice visto che si tratta di un contesto decentralizzato in cui non esiste quest’ultima opzione.

Per questa ragione gli ingegneri del settore hanno creato un sistema di sicurezza ben congegnato che vedremo nel dettaglio.

Quale utilità ha un wallet fisico?

Il wallet fisico è un hardware che ha la funzione di custodire le criptovalute; si tratta, in altre parole, di un dispositivo simile alla chiavetta USB ma invisibile al mercato (non è infatti necessario che si colleghi a internet) e di conseguenza inattaccabile dagli hacker.

Il wallet, sottolineano gli appassionati, può essere utilizzato anche come hard disk esterno e le informazioni in esso contenute si possono modificare o cancellare solo con il consenso del proprietario.

Cos’è il Ledger Nano S?

Si tratta di un portafoglio hardware utile a preservare e passarvi criptovalute come Litecoin (LTC), Bitcoin (BTC), Bitcoin Cash (BCH) etc.

La chiavetta è dotata di un piccolo display in grado di leggere tutti i dati informativi in esso contenute.

Attraverso un’importazione e un’esportazione sicura dei files, Ledger Nano S, consente di ritrovare la duplicazione dei dati (attraverso il backup) e di riutilizzarli (con il ripristino) su qualunque apparecchio elettronico che non sia inconciliabile con il modello BIP39/BIP44.

Gli appassionati confermano quanto già dichiarato dagli ingegneri del software: «la criptovaluta è in grado di proteggere il sistema dai malware».

La criptovaluta è compatibile con tre sistemi operativi:

  • Linux;
  • Mac (10.9+);
  • Windows (7+).

Dove posso acquistare Ledger Nano S?

Semplicemente su Amazon. Sarà sufficiente seguire alcuni piccoli passaggi:

1. Entrare nello store (è necessario essere registrati ad Amazon);
2. Selezionare cripto-chiavetta ( qui si potranno osservare le qualità del prodotto);
3. Selezionare «Buy Now» e completare la procedura guidata.

È difficile il funzionamento di Ledger Nano S?

Ledger Nano S è facile da usare. In primo luogo noterete due tasti sporgenti che vi permettono di accedere al menu e di cambiare le impostazioni del dispositivo.

In secondo luogo vedrete che premendoli in simultanea sarà possibile confermare o cancellare le operazioni.

In terzo luogo, se girate la cover metallica, potete guardare il display.

In che modo posso preservare dai pericoli le recovery phrase del Ledger Nano S?

Dopo aver riscritto i 24 termini sfoggiati, bisogna riporre in un qualunque luogo di salvaguardia le recovery phrase per poter ristabilire, (attraverso la procedura di ripristino), in futuro, il portafoglio e riottenere la possibilità di reintrodursi nelle criptovalute precedentemente dislocate o possedute.

Esistono tre modi per la messa in sicurezza del recovery phrase:

1. Custodirla in banca dove si riscontreranno tariffe non eccessivamente onerose;
2. Passarlo sul proprio computer per poi trasferire il documento in una chiavetta rigorosamente criptata (acquistabile online);
3. Occultare i 24 termini in un sito della propria casa impenetrabile da altri soggetti.

Errori da non commettere e che potrebbero compromettere la sicurezza del recovery phrase:

  • Salvare i 24 termini sul portatile o su un qualsiasi apparecchio mobile;
  • Cederli ad altre persone.

Cosa contiene la confezione?

All’interno della confezione troverete:

1. Il Ledger Nano S;
2. Un cavetto USB;
3. 3 recovery phrase;
4. Un libretto delle istruzioni.

A questo punto prendete un foglietto recovery phrase e una penna che vi torneranno utili nella fase di impostazione del Ledger Nano S.

Si proceda con l’accensione della chiavetta.

È possibile utilizzare Ledger Nano S con MyEtherWallet (MEW)?

Assolutamente sì, perché essa supporta esclusivamente token ERC-20.

Si noti che la prima volta la sua interconnessione a MEW si attua tramite la seguente procedura:

  • Selezionare la «voce Setting» con i pulsanti del dispositivo;
  • Cliccare su «Contract data» e confermare l’operazione;
  • Cliccare su «Browser» e completare l’operazione;
  • Selezionare la voce «Back» e confermare l’operazione.

A questo punto si può mettere in atto la interconnessione a MEW.

Cosa fare se, al contrario, la chiavetta è stata collegata altre volte a MyEtherWallet?

Se la procedura è stata già effettuata in altre circostanze i passaggi da seguire saranno differenti ma ugualmente molto semplici. Vediamoli:

  1. Selezionare «Invia Ether e tocken»;
  2. Cliccare su «Ledger Nano S»;
  3. Inserire Pin sull’harware wallet;
  4. Cliccare su «Ethereum»;
  5. Click su «collegati al Ledger Wallet»
  6. Selezionare l’indirizzo connesso alla chiavetta;
  7. Cliccare su «sblocca portafoglio» (si aprirà un form che dovrete compilare con le credenziali del soggetto. Controllate di aver scritto tutto correttamente);
  8. Cliccare su «Genera Transazione»;
  9. Convalidare il trasferimento della criptovaluta cliccando sulla spunta della chiavetta.

Posso creare, partendo da zero, un portafoglio sul Ledger Nano S?

Sì, in primo luogo bisogna collegarlo con il cavetto USB al computer.

In secondo luogo dovrete confermare i messaggi che compariranno sullo schermo premendo i due pulsanti insieme.

Sullo schermo comparirà l’opzione da scegliere tra: creare un nuovo account o ripristinare account esistente.

Al termine dell’operazione si dovrà scegliere il PIN composto soltanto da numeri.

Il sistema vi chiederà di riscrivere il PIN e di confermarlo.

A questo punto prendete carta e penna come inizialmente consigliato per scrivere i 24 termini sul recovery phrase (verificando di non aver sbagliato a scrivere ad esempio eventuali lettere minuscole o maiuscole).

Custoditele con cura in un luogo sicuro e inaccessibile a terzi perché queste 24 parole servono per poter ripristinare il portafoglio e recuperare l’accesso alle criptovalute che sono state trasferite precedentemente sul l’hardware wallet.

Gianpaolo R.

In questo sito voglio condividere informazioni ed esperienze che possano aiutare il prossimo a capire il mondo della finanza, del trading e degli investimenti. Cerco sempre di condividere informazioni in maniera chiara e, quando possibile, esprimere opinioni su cosa sembra funzionare. Vi auguro una buona lettura.

Ritorna alla homepage