Broker Opzioni Binarie Extra UE (Non ESMA): Guida ai Migliori

A partire dall’anno 2018, vige in Italia e nel continente europeo il divieto di opzioni binarie sancito, per mezzo della direttiva MiFID II, dall’ESMA che ha ritenuto inadatto ai clienti privati (retail) tale strumento finanziario.

Ma è una proibizione assoluta?

Esistono, a dire il vero, broker non sottoposti a regolamentazione ESMA in grado di operare investimenti in opzioni binarie.

Tali strutture societarie lavorano sul mercato internazionale, al di fuori dell’Europa.

Lì le norme sono differenti e non esiste limitazione circa asset come le opzioni binarie.

Caratteristiche di un broker non ESMA


Un intermediario (broker) non ESMA si qualifica come infrastruttura per la negoziazione (trading) non sottoposta all’obbligo di osservanza di norme regolanti il mercato finanziario dell’Europa.

Queste sono dettate dall’ESMA, ente che fa da controllore.

In che modo ci riescono?


Si verifica di sovente che un’organizzazione di trading abbia la propria sede legale in una nazione extraeuropea, dove l’ESMA non ha autorità (Isole Marshall, Panama, Bahamas…).

In alternativa, pur essendo basate, con il loro centro operativo, in una nazione dell’Europa, la loro attività si svolge nel mercato asiatico, australiano, americano ecc… Essendovi normative meno rigide.

Un broker non ESMA è in regola con la legge?


Sì, nei seguenti casi: qualora sia basata in una nazione extraeuropea e quindi soggetta a legge estera od operi su un mercato estero avendo sede in Europa.

Viceversa, broker italiani o di altri paesi d’Europa non sotto l’egida di ESMA sono fuorilegge e la loro attività potenzialmente truffaldina.

Quali pericoli possiamo correre?


Non è vietato, a chi vuole investire, rivolgersi a servizi d’intermediazione non controllati dall’ESMA.

Questi ultimi offrono margini di profitto ben maggiori, ma altrettanti sono i pericoli di perdere soldi nonché di rimanere vittime di raggiri.

Diversi dettagli vengono celati al cliente che gode di una tutela minore.

Noi raccomandiamo di praticare trading con broker assoggettati al controllo dell’ESMA, in regola con la legge e con l’autorizzazione della Consob, del CySEC, di FCA oppure ASIC.

Per tutti coloro che non nutrono particolari preoccupazioni e sono intenzionati a effettuare un investimento nel campo delle opzioni binarie, diamo di seguito un elenco di broker che su internet sono stati recensiti come i più vantaggiosi da utilizzare.

Broker di opzioni binarie non ESMA


I broker al di là del controllo dell’ESMA differiscono tra loro.

Ce ne sono alcuni degni di serietà e fiducia, non sottoposti alle stringenti normative europee vuoi per la nazione in cui sono basati, vuoi per il mercato di riferimento su cui operano.

Ecco quindi l’elenco dei suddetti broker con l’avvertenza, ricordata ancora una volta, che si tratta d’intermediari sprovvisti di autorizzazione a intrattenere rapporti con clienti italiani.

Quindi a elevata rischiosità potenziale.

Go Markets

Tra i broker extraeuropei che trattano opzioni binarie troviamo Go Markets.

Il suo centro operativo è l’Australia. Agisce su autorizzazione ASIC (l’omologo di Consob in Italia).

Il suo livello di affidabilità, nel novero di quelli non ESMA sinora presi in considerazione è con tutta probabilità quello più alto.

Oltre 250 tipologie di asset, su infrastrutture informatiche utilizzate pure da intermediari con autorizzazione europea, sono selezionabili per l’investimento da parte di chi pratica il trading.

Tra questi, opzioni binarie, criptomonete, Forex, CFD e via dicendo.

Le differenze (spread) prevedono un minimo di 0.0 pip con un effetto leva (finanziaria) che può salire fino a un rapporto di 1:500.

Un account dimostrativo della validità di un mese è disponibile per i novellini insieme all’accesso a documenti interattivi per istruirsi.

Pocket Option

Pocket Option è l’ennesimo broker non ESMA operante nel campo delle opzioni binarie.

È basato alle isole Marshall e di proprietà di Gembell Limited Services & PO TRADE LTD, osservante i regolamenti dell’IFMRRC.

100 e passa possibilità per praticare trading sono messe a disposizione dei clienti, opzioni binarie comprese, ovviamente.

La differenza (spread) è zero ed è presente un rimborso parziale (cashback) sui capitali che vengono investiti.

Pocket Option offre altresì il copy-trading e organizza una sorta di gara con premio finale per i suoi utenti registrati.

Sono disponibili:

  • un account dimostrativo
  • un programma applicativo per tablet e smartphone
  • una campagna di affiliazione mediante la quale è possibile generare guadagni promuovendo il sito tra le nostre conoscenze.

Nel complesso, abbiamo quindi una società di brokeraggio non ESMA dall’offerta assai variegata.

FinMax

Il broker FinMax, basato in Bulgaria e nelle isole Seychelles opera internazionalmente offrendo ai suoi clienti un ampio ventaglio di opzioni binarie, Forex, CFD, più ulteriori asset.

FinMax non è sotto il controllo di alcun istituto di governo ma segue, tuttavia, le regole dell’IFMRRC che svolge la sua attività di vigilanza in maniera indipendente garantendo il cliente e compensandolo in caso di mancato rimborso da parte di FinMax.

Un bonus d’ingresso pari al 100% del primo versamento depositato (minimo 250 euro) è riservato ai nuovi clienti, nonché un account dimostrativo con un plafond pari a 10.000 euro per chi volesse cimentarsi con le opzioni binarie su un broker non ESMA evitando perdite di denaro reale.

Oltre 70 tipologie di asset sono a disposizione per gli investitori, in un intervallo che va da mezzo minuto a sei mesi e senza differenza (spread).

Per copiare le mosse di altre persone che investono è anche presente la funzione di social trading.

Domande Frequenti sulle opzioni binarie

I broker non ESMA danno la possibilità di operare nel campo delle opzioni binarie?

L’investimento nel campo delle opzioni binarie è consentito da diversi broker non assoggettati a ESMA. Non è invece più permesso offrirlo alla clientela privata (retail) a ogni altra infrastruttura telematica di servizi finanziari assoggettata a norme europee.

Ci sono broker non ESMA italiani?

Ogni intermediario, per essere operativo in Italia e avere affidabilità necessita dell’autorizzazione della Consob ed è obbligato ad attenersi alle regole ESMA. Chi non ottempera alle norme ESMA non è legalmente in regola.

Che significa broker non ESMA?

Si tratta di organizzazioni dedite al trading in internet basate in paesi extraeuropei, e, come tali, non obbligate a sottostare alle linee guida dettate dall’ESMA (European Securities and Markets Authority)

È lecito operare nel campo del trading con un broker non ESMA?

I broker non assoggettati a ESMA possono essere utilizzati, non esiste un divieto in tal senso, però il livello di rischiosità è più grande.

Manca infatti l’obbligo di tutela dei clienti che fanno trading, per le organizzazioni aventi sede legale al di fuori dell’Europa, come invece avviene per quelle sotto legislazione europea.

Opzioni binarie: quanti tipi ne esistono?

  • Call/put. Il genere di opzioni binarie tradizionalmente inteso. Il suo meccanismo è elementare: chi ritiene che la tendenza da oggi allo scadere possa essere a salire, opzionerà una “call”, mentre se crede che la tendenza sarà a scendere opzionerà una “put”. Opzioni del genere rendono il 70-85%.
  • One touch. Il rischio sale, la remunerazione anche. Il broker fissa il prezzo di massima o di minima di una quota, l’investitore ha il compito di stimare se verrà raggiunto. Queste opzioni hanno un rendimento strabiliante: 400-500% della somma investita.
  • A intervallo. Consiste nella capacità di stimare se, una volta scaduta l’opzione binaria, il prezzo rimarrà o meno entro una forchetta che il broker ha fissato. Comportano un certo rischio, minore però di quello del genere “one touch”, rendendo il 200-350%.

Attenzione però a credere che sia tutto facile e ci si possa arricchire repentinamente con le opzioni binarie.

Non sono per qualsiasi persona. Chi comincia col trading non conoscendolo, va incontro a perdita di tempo e quattrini.

Per le opzioni binarie, ricordiamolo, sussiste il divieto nel nostro paese.

Più precisamente: è vietato a un broker metterle a disposizione di clienti italiani. Ponderate la rischiosità dell’investimento che può azzerarsi.

In che consistono le opzioni binarie?

Sono un azzardo su come, in borsa, titoli, valute o materie prime performeranno.

Appaiono di grande semplicità e remunerazione rendendo lo 85% di quanto versato ma con pericolo concreto di perdere tutto.

Ê sufficiente un browser e null’altro, sul computer, per il trading di opzioni binarie che equivale a prevedere come andrà un bene detto “asset” (specificatamente due valute).

L’aggettivo “binario” deriva dall’esservi due eventualità: che il prezzo salga o scenda. Si guadagna semplicemente azzeccando tale previsione.

Gianpaolo R.

In questo sito voglio condividere informazioni ed esperienze che possano aiutare il prossimo a capire il mondo della finanza, del trading e degli investimenti. Cerco sempre di condividere informazioni in maniera chiara e, quando possibile, esprimere opinioni su cosa sembra funzionare. Vi auguro una buona lettura.

Ritorna alla homepage