Azioni Netflix: Conviene Comprarle oppure No?

Se esistesse il termine Netflix sul vocabolario di certo la sua definizione sarebbe quella di “intrattenimento a livello mondiale”.

Chi non conosce persone che pagano l’abbonamento a una o più piattaforme di streaming?

Inoltre tutti guardiamo, regolarmente o saltuariamente, film e serie tv con questa modalità.

Oltre all’attrattiva per chi guarda la tv c’è da considerare anche l’aspetto economico che interessa molto gli investitori attratti dalle azioni Netflix.

Quest’ultime sono cresciute più di tutte negli ultimi 10 anni all’interno della borsa americana nel listino NASDAQ (NFLX).

Certo è un risultato encomiabile ma bisogna sempre tenere presente che i risultati ottenuti in passato non contano nulla (o quasi) per le previsioni future delle azioni.

Investire su Netflix è ancora conveniente al giorno d’oggi?

Le previsioni sono rosee o deludenti?

Proviamo a scoprirlo e vediamo anche come si possono acquistare le azioni di Netflix da casa.

Il dividendo delle azioni Netflix

Il motivo principale della crescita dei titoli Netflix è che, nonostante qualche battuta di arresto nel corso degli anni, l’espansione dell’azienda è in continua ascesa e ogni trimestre vede aumentare il suo fatturato in maniera quasi esponenziale.

Ogni previsione viene demolita dai risultati economici effettivi da tanti anni.

Con la continua crescita dell’azienda c’è anche un conseguente aumento del dividendo delle azioni che attualmente (marzo 2020) è a 4,13 $, una somma che desta molto interesse da parte degli investitori.

Vengono pagati i dividendi da parte di Netflix?

Questo potrebbe essere l’unico problema derivante dall’acquisto di azioni NFLX: in pratica l’azienda dal 2002 ha deciso di non pagare il dividendo ai suoi azionisti come fanno altre società come Apple o Cisco e questo rende le azioni Netflix poco appetibili per chi è alla ricerca di dividendi remunerativi.

Le azioni Netflix al giorno d’oggi

Grazie al pagamento di un abbonamento mensile si può accedere a una lunghissima lista di film e serie tv da guardare comodamente a casa o in qualsiasi altro posto con il proprio dispositivo.

Questa è l’idea di base che sta dietro all’azienda di Reed Hastings con sede in California.

La Netflix Inc è considerato il gigante americano dello streaming on demand e tutti (o quasi) conoscono, anche per sentito dire, il meccanismo della società.

La Borsa Italiana fornisce tutte le informazioni fondamentali del titolo Netflix riportate nella tabella sottostante:

Codice Isin: US64110L1061
Codice Alfanumerico: NFLX
Capitalizzazione: 212 miliardi di dollari
Lotto Minimo: 1
Fase di Mercato: Negoziazione Continua
Mercato/Segmento: Streaming domestico
Ricavi Netflix Attesi: 23 miliardi di dollari
Utili per azione (EPS) attesi: 4,13$
Prossime date pagamento utili: 26 gennaio 2021

Insieme a Facebook, Amazon, Apple e Google, Netflix forma il FAANG che rappresenta il gruppo di colossi del web con un fatturato complessivo che raggiunge quello di una nazione intera.

In Italia, a fine 2019, erano ben 1,5 milioni gli utenti abbonati ai servizi Netflix mentre in tutto il mondo la cifra raggiunge una quota di 160 milioni.

La società è riuscita a rafforzare la sua posizione grazie a una serie di produzioni proprie come La Casa di Carta o Narcos che hanno avuto, e hanno tuttora, un successo mondiale, inoltre ha iniziato una collaborazione con Sky, un colosso mondiale della pay-tv.

È nel 2002 che Netflix ha iniziato la sua avventura nella borsa americana del Nasdaq per arrivare a fine 2019 a risultare il titolo più redditizio di tutta la nazione.

Oggi è possibile acquistare le azioni anche sul listino XETRA o sulle borse di Vienna, Messico, Lima e Buenos Aires.

Neanche colossi come Amazon, Google o Tesla sono riusciti a fare tanto; per avere un’idea dei redditi delle azioni Netflix: chi ha acquistato azioni per un ammontare di 10000 $ nel 2010, si ritroverà nel 2020 con un tesoretto di ben 454900 $ ovvero un incremento del 454,9%.

L’impatto del coronavirus su Netflix

Il coronavirus ha provocato una vera e propria crisi sulle economie di Europa e America trascinando verso il basso la maggior parte delle Borse come accadde nella crisi del 2008.

Tutti hanno subito un calo delle proprie azioni per la paura del virus, anche Netflix sebbene in maniera meno radicale rispetto ad altri colossi tech come Apple, NVIDIA e tanti altri.

Bisogna però considerare che, nonostante il ribasso causato dalla vendita frenetica dovuta al panico generale, Netflix potrebbe essere anche avvantaggiata da questa situazione in quanto moltissime persone sono costrette a rimanere a casa in quarantena con il risultato che attiveranno più abbonamenti per guardare serie e film in streaming.

Ovviamente si tratta di un’ipotesi che potrà essere confermata o smentita con la prossima trimestrale prevista per il 24 aprile 2020.

Ovviamente per quella data bisognerà aver già acquistato uno o più pacchetti di azioni.

L’accanita concorrenza: Disney Plus, Amazon Video e Apple TV

Netflix deve far fronte a una crescente crescita dei suoi concorrenti, ebbene sì, il mercato dello streaming ha attirato sempre più grandi player che stanno provando a prendere il posto di Neflix in cima alle classifiche di questo genere di piattaforme.

Amazon, la società di Jeff Bezos, è uno dei maggiori concorrenti che con il servizio Amazon Video offre ai possessori di un abbonamento Amazon Prime la possibilità di accedere ai servizi streaming della società.

Non siamo ancora ai livelli di Netflix per la competitività ma conoscendo Amazon e le sue potenzialità c’è da aspettarsi di tutto.

Apple TV+, Sirius HM e Hulu sono altre piattaforme di streaming di nuova nascita e in costante crescita mentre la Walt Disney Company è pronta a lanciare a breve la sua piattaforma di streaming Disney Plus che potrebbe riservare non poche sorprese.

Le previsioni per le azioni Netflix del 2020

I risultati positivi ottenuti da Netflix nel corso degli anni sono stati eccezionali ma molti forum di finanza si stanno chiedendo se tutto ciò continuerà e per quanto tempo.

Tutto è da vedere, a causa del Coronavirus i maggiori titoli azionari di altri colossi del genere sono in costante calo, bisogna vedere se si tratta di un momento passeggero o di una vera recessione.

Bisogna anche considerare che la concorrenza sta diventando spietata e ci sono colossi enormi pronti a entrare nel settore.

Comprare le azioni Netflix

Se stai pensando di acquistare dei titoli Netflix allora sappi che è uno dei più scambiati sul listino NASDAQ e che puoi tranquillamente negoziare da casa tramite pc o smartphone.

Ovviamente dovrai scegliere una piattaforme di trading regolamentata per avere tutte le sicurezze del caso.

Per provare a possedere fisicamente delle azioni NFLX puoi affidarti a eToro con 0 costi di commissioni e lo stesso discorso vale se desideri effettuare solo trading di CFD operando con leva.

Gianpaolo R.

In questo sito voglio condividere informazioni ed esperienze che possano aiutare il prossimo a capire il mondo della finanza, del trading e degli investimenti. Cerco sempre di condividere informazioni in maniera chiara e, quando possibile, esprimere opinioni su cosa sembra funzionare. Vi auguro una buona lettura.

Ritorna alla homepage